In viaggio con il mio cane..."ehi, ma è Trusty, la mascotte di Turismoinrete!"
 
 
Filtra per contenuto
Ricerca per Temi
Ricerca Destinazione
Continente
Paese
Regione
Provincia
Località

Partendo da
Continente
Paese
Regione
Provincia
Località
Ricerca Data
Partenza dal
al
Rientro dal
al
Ordina per:

 
NEWS  
 


 
2008/2018 sono 10 anni che il progetto Turismoinrete è presente nel panorama Turistico italiano
2018-01-06

Pochi probabilmente sanno che il progetto Turismoinrete è stato presentato a dicembre del 2008. Si, mancano ancora ca 11 mesi per festeggiarlo ma per noi la ricorrenza è già iniziata e tutti noi, a partire dal nostro ideatore, Andrea Gozzi, vogliamo impegnarci al massimo perchè si arrivi alla data ufficiale con una consacrazione definitiva. Bilanci? Beh, siamo in piedi, dopo averne visti diversi nascere, fare tanti proclami, investire molti quattrini e parole ma ad oggi...beh, non ci sono più. Ci riferiamo a Travelpeople (ve lo ricordate? Era sostenuto da una vera e propria Software House, avevano partecipato a diverse fiere di settore con grandi stand e sicuramente lavorato bene); poi il caso più ecclatante e a nostro dire più "vicino al nostro progetto" è stato Weldorado. Ve lo ricordate? Era stata la Welcome Travel ha proporre ai propri iscritti a raccontare le proprie esperienze di viaggio per qualificare loro stessi, il brand e...quasi logico, i tour operator partner del loro progetto (Alpitour, Francorosso, etc...non parliamo mica di piccoli TO, eh?) Anche loro, dopo un mega incontro all'hotel Parchi del Garda, dopo aver parlato di investimenti consistenti, hanno dovuto rinunciare... Noi non abbiamo certamente i mezzi di questi 2 grandi progetti ed è la riprova che non sempre bastano quelli. Ma che l'idea di raccontare le esperienze (negli anni è entrato nel parlare comunque la parola "turismo esperienziale") si sia rivelata in anticipo sui tempi e ci da una grandissima soddisfazione. Ricordiamo inoltre che nel 2008 FB era in inglese e Tripadvisor non era certamente ancora quello che si dichiara oggi: "la bibbia del turismo". Le difficoltà e i ritardi nella crescita e nell'espolosione del progetto? Prima di tutto il fatto che da subito è mancato la parte strutturale del progetto, la persona che aveva reso operativa l'idea di Andrea, successivamente la difficoltà di trovare partner operativi ed economici perchè tutti ancora poco convinti della validità del progetto (alcuni, che oggi vantano posizioni di rilievo nel panorama turistico nazionale, hanno confessato di non averlo capito proprio). Difficile anche trovare figure che lo promuovessero a livello nazionale. E' stato memorabile la volta, l'unica, che abbiamo provato a cercare figure professionali attraverso un annuncio: 30 risposte di interesse...all'invito a guardare dentro al progetto, beh, nessuno che si è iscritto per vedere come funzionava. La sconfitta o meglio la delusione, visto che non ci siamo fermati e siamo sempre cresciuti? Il fatto che per primi proprio gli addetti ai lavori non hanno capito che c'è bisogno di loro, che avrebbero, nello scrivere, una grande opportunità per farsi conoscere...Cosa abbiamo previsto: nel passato ci ha sempre dato molto fastidio vedere che dietro la formula delle "start up" si costruissero progetti e si ottenessero finanziamenti per qualcosa che dopo nemmeno 1 anno si vedeva scomparire. Non è mai stato il nostro obiettivo quello di prendere i soldi senza avere la certezza che sarebbe continuata l'operativa del progetto, che alla fine dovrà andare avanti autonomamente. Oggi? Oggi sicuramente il momento è propizio, è ufficializzato che il web è diventato un calderone confuso, è pieno di "Fake News" e  c'è bisogno di qualcosa di credibile. Che cosa rende credibile il nostro progetto? Perchè invitiamo gli addetti ai lavori, prima di tutto a metterci la faccia. Altro aspetto fondamentale parlando di recensioni è dato dal fatto che noi non invitiamo a dare un giudizio ma puntiamo sulla necessità di dimostrare che si conosce la destinazione, che magari, della stessa, si vedono più strutture o una serie di servizi e di escursioni e quindi non ci si limiterà a una sola informazioni ma un panorama completo che possa garantire al visitatore del sito, al potenziale viaggiatore, di essere il miglior professionista. Ci piace poi pensare che tutti siamo diversi e che questo può permettere a chiunque di essere un valido consulente. Da non ultimo il fatto che il progetto stia adattandosi alle richieste del mercato perchè pur considerando molto elittario poter vantare di aver visto le isole Vanuatu o la Terra del Fuoco il mercato di riferimento sta diventando sempre di più il nostro Bel Paese. Noi stiamo spingendo sul mostrare attenzione particolare al mercato Incoming: il primo in assoluto, favorito tra l'altro dalle bellezze del nostro bel paese. Abbiamo implementato diversi nuovi applicazioni e la più interessante è risultata essere la possibilità di clusterizzare (tematizzare) le esperienze e le proposte. Altro? Ne avremmo per ore ma la cosa che ci risulta più semplice è quella di invitarvi al Roadshow che,  grazie ad alcuni nostri partner, stiamo organizzando in giro per l'Italia. L'occasione sarà per dirvi: " Qua la mano, agente"
 
   
 
 
  DISCLAIMER: Turismoinrete non è una testata giornalistica. Oltre a riportare notizie ricevute dai propri addetti, riporta pertanto notizie di altre fonti, dichiarandone la fonte stessa, che sono i rispettivi proprietari dei diritti di Copyright.